Navigation

Grecia, ok a 10 mld 'tagli', ma perplessità pensioni

Questo contenuto è stato pubblicato il 27 luglio 2012 - 07:15
(Keystone-ATS)

I tre leader della coalizione al governo in Grecia hanno raggiunto un accordo su gran parte dei nuovi 'tagli' necessari nel 2013 e nel 2014, secondo Kathimerini online.

Secondo il quotidiano il premier conservatore Antonis Samaras, il leader socialista Evangelos Venizelos e quello di Sinistra Democratica Fotis Kouvelis hanno definito circa 10 miliardi di 'tagli' su un totale di circa 11,5 miliardi e si rivedranno lunedì per completare il quadro.

I nuovi risparmi riguardano tra l'altro le pensioni e la spesa previdenziale, oltre a una diminuzione degli stipendi dei militari delle forze armate. Si ipotizza anche un aumento dell'età pensionabile da 65 a 67 anni, ma i tre leader sono perplessi, secondo il quotidiano.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?