Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il Meccanismo europeo di stabilità (Esm) ha approvato la prima tranche di aiuti alla Grecia da 26 miliardi di euro e ha compiuto il primo esborso da 13 miliardi verso Atene.

Questo, ha dichiarato il direttore dell'Esm Klaus Regling, "permetterà alla Grecia di rispettare i suoi urgenti obblighi finanziari con l'Fmi, la Bce e altre necessità di bilancio".

I 13 miliardi sono la prima parte di una sotto-tranche da 16 miliardi, i cui restanti 3 miliardi verranno sborsati "al più tardi entro fine novembre, una volta che la Grecia avrà completato ulteriori azioni prioritarie". Questi servono per il rifinanziamento del debito e del bilancio dello Stato.

La seconda sotto-tranche da 10 miliardi, destinata alla ricapitalizzazione o liquidazione delle banche greche, viene mantenuta in un conto speciale presso l'Esm, che può essere sbloccato previa richiesta di Atene e conferma delle competenti autorità di controllo bancario, e dovrà ricevere ulteriormente il via libera finale del board dell'Esm.

"Sono sollevato che dopo intensi negoziati con il governo greco e l'approvazione da parte dei nostri membri ci sono ora tutte le condizioni per fare questo esborso in tempo", ha dichiarato Regling.

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

SDA-ATS