Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il numero di profughi e migranti giunti in Grecia dall'inizio dell'anno ha ormai raggiunto i 160.000, dei quali 21.000 nella sola settimana scorsa via mare. Lo ha affermato oggi a Ginevra l'Alto commissario delle Nazioni Unite per i rifugiati (Unhcr).

Gli ultimi dati raccolti in Grecia dall'agenzia dell'Onu mostrano che il totale degli arrivi via mare dal primo gennaio al 14 agosto 2015 è di 158.456. Nello stesso periodo, altri 1.716 rifugiati e migranti sono entrati in Grecia attraverso la frontiera terrestre con la Turchia, portando il totale degli arrivi (via mare e via terra) a 160.172, ha detto il portavoce dell'Unhcr William Splinder.

Nelle ultime settimane, il ritmo degli arrivi è aumentato: nel mese di luglio, sono così giunti più rifugiati e migranti, 50.242, del totale registrato durante tutto il 2014, 43.500. Nella sola settimana tra l'8 e il 14 agosto 20.843 persone sono arrivate in Grecia. La stragrande maggioranza sono siriani (82% del totale), afghani (14%) e iracheni (3%), "a conferma che la stragrande maggioranza dovrebbe qualificarsi per lo status di rifugiato", secondo Splinder.

Il numero totale dei profughi e dei migranti che hanno attraversato il Mediterraneo quest'anno è di 264.500, di cui 158.456 sono giunti in Grecia, circa 104.000 in Italia, 1.953 in Spagna e 94 a Malta, ha riferito sempre l'Unhcr.

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

SDA-ATS