Navigation

Grecia: parlamento approva piano di austerità

Questo contenuto è stato pubblicato il 29 giugno 2011 - 15:43
(Keystone-ATS)

Il parlamento greco ha approvato con 155 voti favorevoli, 138 contrari e cinque astenuti il piano di misure di austerità per evitare il fallimento del paese. Il piano, concordato con UE e FMI, ha un valore complessivo di 78 miliardi di euro. Comprende tagli della spesa pubblica e misure fiscali per 28 miliardi di euro per il periodo 2012-2015 nonché 50 miliardi di privatizzazioni.

Il partito socialista al potere, il Pasok, dispone in parlamento di una maggioranza di 155 voti su 300, ma alcune voci dissidenti avevano minacciato di votare contro il piano. I votanti erano 298.

Ultimato il conteggio dei voti, si è appreso che il premier Giorgio Papandreou ha espulso dal partito il deputato Panayiotis Kouroumplis perché ha votato contro il piano economico.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.