Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Risparmi su pensioni tra lo 0,25-0,50% del pil nel 2015 e l'1% dal 2016 in poi, tagliando progressivamente le baby pensioni (con disincentivi) e innalzando l'età pensionabile a 67 anni entro il 2022. Lo prevede la proposta di riforme greca arrivata all'Eurogruppo.

Il testo abolisce anche il contributo di solidarietà per pensionati entro il 2019.

Saranno inoltre tolti gli sconti sull'Iva alle isole entro il 2016. Aliquota aumentata al 23% per ristoranti e catering, e per gli alberghi al 13%. I tagli alla difesa salgono a 300 milioni di euro entro la fine del 2016.

Aumentano anche le tasse sugli armatori, sui beni di lusso (dal 10 al 13%), sulle imprese (dal 26% al 28%), ma anche il contributo di solidarietà sul reddito e, se necessario, la tassa sugli immobili dopo la revisione catastale.

L'Eurogruppo ha ricevuto le proposte da Atene. Queste saranno ora analizzate dall'ex Troika.

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

SDA-ATS