Navigation

Grecia: prosegue sciopero ad oltranza dei tassisti

Questo contenuto è stato pubblicato il 03 agosto 2011 - 13:27
(Keystone-ATS)

Prosegue anche oggi, per il 17.mo giorno consecutivo, lo sciopero dei tassisti greci proclamato per protesta contro la legge - già approvata dal Parlamento - che liberalizza la loro professione nell'ambito delle rigide misure di austerità decise dal governo di Atene per far fronte alla disastrosa situazione economica del Paese.

L'insistenza del ministro dei Trasporti Giannis Ragoussis di arrivare ad una completa liberalizzazione delle licenze per il settore sta intanto provocando dure critiche e profondi contrasti in Parlamento anche tra gli stessi deputati del partito socialista Pasok (al governo). Persino Vasso Papandreou, la responsabile della Commissione affari economici del Parlamento, ha criticato Ragoussis per voler introdurre a tutti i costi la liberalizzazione ad agosto, al culmine della stagione turistica in Grecia. Ma Ragoussis ha replicato che la riforma andrà avanti come da programma.

Dal canto suo, e altrettanto testardo, il capo del sindacato dei tassisti dell'Attica, Thymios Lyberopoulos, ha affermato che "noi non ci fermiamo, andremo avanti" con la protesta, nonostante voci sempre più insistenti che numerosi tassisti avrebbero intenzione di sospendere lo sciopero perchè danneggiati dai mancati guadagni di oltre due settimane di inattività. Anche ieri gli autisti delle macchine gialle hanno inscemato diverse manifestazioni di protesta oltre che ad Atene pure in altre località della Grecia.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?