Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

PARIGI - Nella lettera che il presidente francese Nicolas Sarkozy e la cancelliera tedesca, Angela Merkel, hanno inviato a Bruxelles, si chiede far l'altro che vengano previste "sanzioni più efficaci" per gestire crisi come quella della Grecia. Sarkozy e la Merkel intendono avanzare le proposte contenute nella lettera nel vertice dei 16 della zona euro in programma venerdì.
In particolare, chiedono che nel vertice i leader inviino "il segnale che sono pronti a pensare per la zona euro un rafforzamento della sorveglianza sui bilanci, che comporti sanzioni più efficaci per le procedure di deficit pubblico eccessive".
Traendo la lezione della crisi greca, la Merkel e Sarkozy si augurano anche che venga discussa venerdì la creazione "di una robusta cornice per la soluzione delle crisi, nel rispetto del principio della responsabilità di bilancio di ogni stato membro".
Sarkozy e Merkel si dicono anche in favore di un "allargamento della sorveglianza alle questioni strutturali e di competitività e agli squilibri, e il rafforzamento dell'efficacia delle raccomandazioni di politica economica dell'Unione europea".

SDA-ATS