Navigation

Grecia: sondaggi, 8 su 10 vogliono restare in euro

Questo contenuto è stato pubblicato il 18 maggio 2012 - 21:29
(Keystone-ATS)

I greci non vogliono uscire dall'euro. E il risultato di un eventuale referendum sulla permanenza di Atene in Eurolandia - così come sembra sia stato ipotizzato, al di là delle smentite, nella telefonata Merkel-Papoulias - vedrebbe otto greci su dieci votare per il sì alla moneta unica. Almeno secondo gli ultimi sondaggi.

Oltre l'80% dei greci si dice infatti a favore della permanenza nell'eurozona, secondo quanto risulta dal sondaggio d'opinione condotto dalla società KapaResearch dopo il voto di due domeniche fa.

Il 78,1% degli intervistati ha risposto che il nuovo governo dovrà fare tutto il possibile affinché la Grecia rimanga nell'eurozona, contro il 12,9% secondo cui sarebbe preferibile il ritorno alla dracma, la vecchia valuta.

Secondo il 72% del campione, i partiti politici devono fare i compromessi necessari per formare un governo, mentre il 61% degli intervistati considera le proposte della Coalizione delle Sinistre (Syriza, che vorrebbe l'abolizione del Memorandum) "non realistiche". L'indagine è stata condotta a livello nazionale il 9 e 10 maggio scorsi su un campione di 1007 persone.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?