ATENE - Una parte della stampa greca ha definito "umiliante" l'ispezione da parte di funzionari europei ad Atene in merito alle misure da adottare per riportare il deficit sotto il 3% entro il 2012.
Il portavoce del governo, Giorgio Petalotis, rispondendo ad alcuni articoli apparsi sui media, che citavano funzionari ministeriali che si erano sentiti "insultati" dall'atteggiamento "arrogante" dei funzionari europei, ha negato in modo assoluto tale circostanza. Ed ha assicurato che Atene "non avrebbe accettato un simile comportamento" da parte degli ispettori che hanno concluso ieri la loro missione.
Il quotidiano conservatore Kathimerini in un editoriale definisce d'altra parte stamane "un'umiliazione politica" senza precedenti il fatto che "un governo eletto di uno stato sovrano" sia stato costretto ad accettare un tale tipo di ispezione. E invita il governo socialista a por fine a tale situazione sostituendo la politica delle "interviste" e delle dichiarazioni con quella dei fatti e delle riforme.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.