Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il premier greco Alexis Tsipras "accetterà tutte le condizioni dei creditori che erano sul tavolo nel weekend con solo alcuni cambiamenti minori". Lo scrive il Financial Times in edicola oggi che cita la lettera inviata da Tsipras ai creditori la notte passata.

"La Repubblica ellenica è pronta ad accettare questo accordo tecnico con i seguenti emendamenti, addizioni e chiarimenti, nell'ambito di un'estensione del programma Efsf e del nuovo prestito Esm per il quale è stata avanzata richiesta oggi, 30 giugno", si legge nella missiva di Tsipras di due pagine risalente alla scorsa notte.

In essa sono contenuti ulteriori dettagli sulla richiesta greca di un nuovo salvataggio, tramite il fondo europeo Esm, da 29,1 miliardi di euro.

Atene - secondo la lettera riportata dal Ft - accetta l'intero impianto di riforma dell'Iva fatto salvo uno sconto del 30% per le isole greche.

Il premier si dice pronto anche alla riforma delle pensioni come chiesta dai creditori, salvo far slittare a ottobre, anziché subito, la data di partenza dell'innalzamento progressivo dell'età pensionabile (prevista a 67 anni entro il 2022).

Frattanto, l'avvicinarsi del referendum e il silenzio del governo a questo proposito stanno spingendo la popolazione ad accaparrarsi generi alimentari e di prima necessità. Ieri e ieri l'altro, in varie catene di supermercati si è registrato un aumento delle vendite tra 65 e il 67%; riso, legumi, pasta, olio, conserve e cibi confezionati sono spariti dagli scaffali dei supermercati già da lunedì.

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

SDA-ATS