Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il premier greco Alexis Tsipras respinge le proposte avanzate dai creditori, sostenendo che "il ricatto e gli ultimatum" non rientrano tra i principi dell'Unione europea.

"I principi fondanti dell'UE - afferma - sono democrazia, eguaglianza, solidarietà e mutuo rispetto. Non si basano invece sul ricatto e gli ultimatum". "Nessuno - aggiunge - ha il diritto di mettere in pericolo questi principi".

Poco prima la cancelliera tedesca Angela Merkel aveva detto di aver invitato, insieme al presidente francese François Hollande, il premier greco ad accettare in fretta la "generosa offerta" delle tre istituzioni.

"Abbiamo fatto concessioni alla Grecia", aveva aggiunto la Merkel, secondo la quale ora spetta ad Atene prendere la direzione dei suoi partner europei. E aveva avvertito: "non è in programma nessun vertice dei leader europei dopo l'Eurogruppo di domani".

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS