Tutte le notizie in breve

Sforzi congiunti e maggiore cooperazione sono cruciali per il miglioramento della situazione dei richiedenti asilo e dei rifugiati in Grecia, secondo l'Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i Rifugiati (Unhcr).

KEYSTONE/AP/THANASSIS STAVRAKIS

(sda-ats)

Sforzi congiunti e maggiore cooperazione sono cruciali per il miglioramento della situazione dei richiedenti asilo e dei rifugiati in Grecia.

È quanto sostiene l'Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i Rifugiati (Unhcr), che oggi ha pubblicato alcune raccomandazioni per contribuire ad assicurare una risposta sostenibile alla crisi dei rifugiati nel Paese.

"L'Unhcr è pienamente impegnato a trovare soluzioni durevoli in Grecia con il contributo delle autorità competenti e dell'Ue" ha dichiarato l'Alto Commissario delle Nazioni Unite per i Rifugiati, Filippo Grandi. "La situazione in Grecia è gestibile. È necessario passare dall'attuale risposta di emergenza a un sistema sostenibile in cui richiedenti asilo e rifugiati possano accedere all'assistenza, al sostegno e alle soluzioni di cui hanno bisogno, ma per poter ottenere tali risultati è necessario un impegno chiaro di tutte le parti coinvolte" ha aggiunto.

Migliorare le condizioni di accoglienza, dice l'Unhcr, rappresenta una priorità. Per fare ciò, così come concordato col Governo greco, è necessario garantire maggiori opportunità di alloggi in aree urbane, quali ad esempio ulteriori appartamenti, la ristrutturazione di alcuni siti governativi per l'accoglienza di rifugiati e la rapida chiusura di tutte le strutture inadeguate. L'Unhcr continua poi a sostenere la necessità di istituire sistemi adeguati che permettano di identificare, curare e supportare le vittime attraverso assistenza legale, medica e psicosociale e centri di accoglienza sicuri.

L'Unhcr rivolge un appello affinché vi sia maggiore attenzione ai bisogni specifici dei minori non accompagnati e separati: solo due terzi dei 2'100 minori non accompagnati ufficialmente registrati in Grecia sono accolti in strutture o spazi adeguati alle loro esigenze. L'Alto Commissariato auspica fortemente, inoltre, che la bozza di legge sulla custodia possa essere adottata e implementata al più presto.

Le procedure di registrazione e di esame delle domande di asilo sono cruciali sia sulle isole che sulla terraferma: l'Unhcr raccomanda in particolare al Servizio di Asilo Greco, in collaborazione con l'Ufficio Europeo di Sostegno per l'Asilo, di predisporre in tempi ragionevoli un piano relativo alle capacità necessarie per le procedure di registrazione e di esame delle domande di asilo, sia sulle isole che sulla terraferma. L'Alto Commissariato insiste infine sulla necessità di rimpatriare in modo dignitoso le persone per le quali non si sono riscontrati gli estremi per la concessione della protezione internazionale.

SDA-ATS

 Tutte le notizie in breve