"I greci hanno detto un coraggioso 'No' a cinque anni di ipocrisia e austerità". Lo ha detto il ministro delle Finanze greco Yanis Varoufakis. "Il 'No' di oggi è un grande sì alla democrazia", ha aggiunto.

"Da domani l'Europa inizia a guarire le sue ferite, le nostre ferite", ha continuato Varoufakis, ricordando che "per cinque mesi i creditori hanno rifiutato ogni trattativa".

"Il No di oggi è un Sì all'Europa democratica. Un Sì alle riforme e un No ai tagli": ha detto ancora il ministro delle finanze greco. "Siamo pronti a cooperare con i nostri partner, a cercare un terreno comune", ha aggiunto. "Il nostro obiettivo era ed è la ristrutturazione del debito e la fine dell'austerità".

Parole chiave

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.