Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

"Rassegnerò le dimissioni se vince il si" al referendum. Lo ha dichiarato oggi il ministro delle finanze greco Yanis Varoufakis in una intervista alla Bloomberg.

Durante l'intervista, il ministro ellenico ha aggiunto che il governo non firmerà alcun "accordo senza la ristrutturazione del debito". A suo avviso, la crisi attuale non è bancaria ma politica.

Frattanto, a soli 3 giorni dal referendum indetto dal premier Alexis Tsipras sul piano di salvataggio della Grecia, gli elettori sono divisi quasi a metà fra coloro che intendono votare "sì" e quelli che opteranno per il "no".

Lo ha riferito l'edizione online del quotidiano Kathimerini che cita i risultati di un sondaggio della società Gpo secondo cui il 47% degli intervistati si è propenso a votare "sì" per approvare più austerità e il piano di salvataggio internazionale. I favorevoli al "no", ovvero la posizione del governo, sono il 43%.

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

SDA-ATS