Navigation

Grecia-Svizzera: task force Ue sostiene accordo fiscale

Questo contenuto è stato pubblicato il 17 novembre 2011 - 18:31
(Keystone-ATS)

La "task force" dell'Ue per la Grecia è favorevole all'idea di un accordo fiscale fra Berna ed Atene, ha confermato oggi a Bruxelles Horst Reichenbach, a capo del gruppo di esperti. Ma l'intesa "deve essere compatibile con il diritto europeo", ha ricordato.

Reichenbach ha presentato un rapporto intermedio sul lavoro del suo gruppo, che consiste nel sostenere la Grecia nella messa in opera delle riforme richieste in cambio degli aiuti economici europei e del Fondo monetario internazionale (FMI). Il documento insiste sugli aiuti da fornire alla Grecia in ambito di lotta all'evasione fiscale.

Le trattative fra Berna e Atene sono cominciate negli ultimi mesi. Durante gli incontri preliminari, le grandi linee della convenzione sono state tracciate e il documento potrebbe essere siglato in tempi relativamente brevi, ha indicato oggi a Berna Mario Tuor, portavoce della Segreteria di Stato per le questioni finanziarie internazionali (SFI).

Entro la fine dell'anno, il Consiglio federale dovrebbe assegnare un mandato al Dipartimento federale delle finanze (DFF) per condurre delle discussioni formali, che potrebbero cominciare agli inizi del 2012, ha aggiunto Tuor. Dichiarazioni che sono in contrasto con quelle di Reichenbach, che sostiene che la materia sia avanzata di poco.

Il Parlamento europeo aveva parlato di "somme enormi", circa 200 miliardi di euro non dichiarati, depositate dai cittadini greci sui conti svizzeri. Una cifra che la presidente della Confederazione Micheline Calmy-Rey aveva definito largamente esagerata.

La Commissione europea ha finora criticato gli accordi bilaterali elvetici in materia fiscale, sottolineando come gli Stati che siglano accordi di questo tipo devono rispettare il diritto dell'Ue in materia.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?