Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

ATENE - Il primo ministro turco Recep Tayyip Erdogan è giunto oggi ad Atene per una visita di due giorni che vuole inaugurare una nuova era nelle relazioni fra i due paesi e durante la quale si discuterà della possibilità di riduzioni bilanciate degli armamenti.
Erdogan, accompagnato da 10 ministri e un centinaio di uomini d'affari, dopo una cerimonia di benvenuto all'aeroporto sarà ricevuto dal presidente della Repubblica Karolos Papoulias per poi essere ospite ad un pranzo di lavoro con il premier greco Giorgio Papandreou. I due capi di governo inaugureranno il Consiglio di cooperazione bilaterale.
Secondo il ministro degli Esteri turco Mehmet Davitouglu, la visita di Erdogan segnerà "una rivoluzione" nelle relazioni fra i due paesi. Ed Erdogan, la cui ultima visita in Grecia risale al 2004, ha confermato in un'intervista alla rete greca Net l'intenzione di offrire "solidarietà" ad Atene in un momento di difficoltà e di esser pronto ad operare una svolta nelle relazioni tra i due paesi. Il premier turco ha precisato che al centro dei colloqui, oltre alle relazioni politiche, ci sarà la firma di accordi e protocolli per promuovere gli investimenti, il turismo e la collaborazione nel settore energetico. E la questione della riduzione bilanciata degli armamenti.

SDA-ATS