Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Alcuni attivisti di Greenpeace stamattina si sono incatenati alle pompe di benzina di una stazione di servizio Shell non lontana dal Forum economico mondiale di Davos (GR). Essi hanno protestato contro il progetto del gigante petrolifero anglo-olandese di ricerca di energie fossili nell'Artico. La polizia era presente sul posto, indica Greenpeace in un comunicato.

L'organizzazione ambientalista esige dal WEF che riconsideri la partecipazione al Forum delle grandi aziende come Shell che sono responsabili di numerosi danni all'ambiente. Greenpeace chiede che si ritiri immediatamente alla compagnia petrolifera l'autorizzazione per partecipare al Forum, si legge nel comunicato.

In margine al WEF Shell si è vista fra l'altro anche attribuire il premio della vergogna dal "Public Eye Award".

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS