Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il governo grigionese ha presentato oggi il preventivo 2016, che calcola un deficit di bilancio di 50,8 milioni di franchi. Coira prevede che la Banca nazionale svizzera non distribuirà dividendi ai cantoni.

Dalla Confederazione, dopo la riforma della perequazione finanziaria, giungeranno inoltre 17 milioni in meno.

Rispetto al preventivo per l'anno corrente le spese per il personale aumentano dello 0,9% e la massa salariale dell'1%. Il governo non prevede adeguamenti degli stipendi dovuti all'inflazione. I contributi a enti pubblici e a terzi ammontano a 888 milioni.

Per le persone fisiche viene pronosticato un gettito di imposta più elevato (+47 milioni; +9,6%), mentre per le persone giuridiche non sono attese variazioni. Sul fronte della politica di investimento è prevista una spesa di 400 milioni.

Quanto al piano finanziario per gli anni 2017-2019, il governo afferma in un comunicato che si sta delineando uno squilibrio strutturale: "la pianificazione è associata a varie incertezze e a rischi non quantificabili". Dal lato delle entrate diversi parametri sono difficilmente prevedibili, tra cui le conseguenze della terza riforma dell'imposizione delle imprese.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS