Navigation

Grigioni: i 95 anni di Ettore Tenchio

Questo contenuto è stato pubblicato il 21 ottobre 2010 - 15:16
(Keystone-ATS)

COIRA - Compie proprio oggi i 95 anni Ettore Tenchio, figura di spicco della storia politica grigionese, già consigliere di Stato, consigliere nazionale, presidente del PPD svizzero e della Società di Radiotelevisione (SRG/SSR). "Un uomo ricco di stile e temperamento", lo definisce la sezione cantonale del Partito democratico cristiano in un comunicato.
Ettore Tenchio nasce il 1915 a Roveredo. Lì frequenta le scuole primarie e il Collegio Sant'Anna. Dopo la maturità nel collegio benedettino di Ascona, studia presso le università di Milano, Friborgo e Berna. Dopo aver ottenuto il dottorato in giurisprudenza, nel 1940 diventa avvocato e apre un ufficio a Roveredo.
A soli 32 anni entra in Consiglio Nazionale dove vi rimane per 24 anni, fino al 1971. Per alcuni anni rappresenta la Svizzera al Consiglio Europeo. Nel 1950 il popolo grigione lo vuole Consigliere di Stato. Per nove anni a capo del dipartimento di Giustizia e Polizia lascia diverse tracce nei libri di diritto, come pure molte decisioni storiche riguardanti il traffico sono opera sua. Grazie alla sua doppia funzione in seno al Governo grigione e al Consiglio Nazionale, può ancorare diversi principi a favore della Ferrovia Retica nella nuova legge sulle ferrovie; a questa è da ricondurre tutt'oggi il successo della Ferrovia Retica.
Nel 1967, quale presidente del comitato d'organizzazione, inaugura il tunnel del San Bernardino, fortemente voluto e inseguito sia come membro del Consiglio di Stato sia come Consigliere Nazionale. Ettore Tenchio presiede il Governo negli anni 1953 e 1959.
Dal 1960 al 1968 è presidente del PPD svizzero ed è pure candidato al Consiglio federale. Contingenze interne al partito e di politica regionale, gli sbarrarono però la strada. Dal 1970 al 1980 è presidente della Società Svizzera di Radiotelevisione (SRG/SSR).

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?