Navigation

Grigioni: truffe su piattaforme di trading online poco trasparenti

Nei Grigioni 25 denunce di truffe nel settore degli investimenti online. KEYSTONE/EPA/SHAHZAIB AKBER sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 16 luglio 2020 - 09:57
(Keystone-ATS)

Sono 25 le denunce pervenute alla Polizia cantonale dei Grigioni da persone truffate mentre erano alla ricerca di investimenti di denaro online. Una ha perso 600'000 franchi.

Alla ricerca di investimenti ad alto rendimento, spiega il comunicato odierno della Polizia, le vittime hanno trovato in internet delle piattaforme gestite in modo altamente professionale. Alcune di loro hanno proceduto a degli investimenti online.

Come funziona la truffa

Un consulente finanziario, all'apparenza molto serio e affidabile, mantiene i contatti telefonici con gli investitori. Nel momento in cui le vittime chiedono il rimborso degli investimenti e del guadagno maturato, i contatti si interrompono oppure il rimborso viene procrastinato con diverse scuse.

Le vittime vengono anche indotte a fornire i dati della loro carta d'identità o del passaporto, e ad inviare una foto o una fotocopia del documento. Non è da escludersi che questi dati vengano usati per aprire conti destinati al riciclaggio di denaro o alla gestione di affari illegali.

Meglio prevenire

La Polizia cantonale dei Grigioni consiglia di discutere gli investimenti con la propria banca o con una persona di fiducia del ramo finanziario, di non spedire mai copie dei propri documenti d'identità, di non lasciarsi prendere dalla fretta, di non lasciarsi abbindolare dalle apparenze, di fare solo gli investimenti che si comprendono.

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.