Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Continua il malessere dei politici svizzeri riguardo all'acquisto dei nuovi aerei da combattimento. Oggi i presidenti di quattro partiti borghesi - PLR, PPD, PBD e Verdi liberali - hanno scritto insieme una lettera al Consiglio federale, in cui chiedono risposte alle domande aperte sull'aereo prescelto, il Gripen svedese.

I quattro presidenti si dicono preoccupati degli ultimi sviluppi, hanno indicato questa sera i loro partiti. Perché si possa convincere il popolo nella probabile votazione - affermano - si devono spazzar via tutte le incertezze riguardo al progetto.

La lettera è indirizzata alla presidente della Confederazione Eveline Widmer-Schlumpf, con copia agli altri colleghi di governo. La missiva contiene un catalogo di domande riguardo ai rischi tecnici e finanziari, ai costi, al processo d'acquisto e ad aspetti strategici. I quattro presidenti chiedono al Consiglio federale di rispondere alle domande "il più presto possibile, nelle commissioni competenti o in parlamento".

Nonostante le critiche crescenti, il ministro della difesa Ueli Maurer ha più volte ripetuto che non ci sono alternative al Gripen, un aereo - ha sottolineato a fine agosto durante la trasmissione "Rundschau" della TV svizzerotedesca - tecnologicamente "eccellente" che rientra nel budget.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.








Teaser Longform The citizens' meeting

Non mancate il nostro approfondimento sulla democrazia diretta svizzera

1968 in Svizzera

SDA-ATS