Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il controverso ambasciatore svedese in Svizzera Per Thöresson, verrà sostituito. Thöresson è al centro delle critiche per la sua attiva intromissione nella procedura elvetica d'acquisto dell'aereo da combattimento Gripen. Il ministro svedese degli affari esteri Carl Bildt dichiara che il richiamo di Thöresson da Berna non ha nulla a che fare con tale questione e parla di "normale rotazione".

Thöresson, ambasciatore svedese in Svizzera dal 2006, sarà inviato a New York dove dal primo settembre prossimo ricoprirà la funzione di vice ambasciatore della missione svedese presso l'Onu, ha dichiarato oggi all'ats un portavoce del ministero svedese degli affari esteri. A Berna Thöresson sarà sostituito da Magnus Holm.

La decisione è stata presa già qualche tempo fa e interviene nell'ambito delle solite rotazioni degli ambasciatori. "Il richiamo di Thöresson non ha nulla a che vedere con le reazioni negative in Svizzera legate al suo lavoro in favore degli aerei del costruttore svedese Saab", ha sottolineato il portavoce.

"Al contrario Thöresson ha fatto esattamente ciò che ci si attendeva da lui, ossia impegnarsi per il commercio estero svedese", ha affermato ieri Bildt.

Una radio svedese ha reso noti ieri documenti riservati in cui il diplomatico si esprime tra l'altro anche in modo poco lusinghiero per l'immagine del ministro della difesa Ueli Maurer.

SDA-ATS