Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Le grosse centrali idroelettriche pianificate in Svizzera o l'estensione di quelle esistenti, nell'odierno contesto energetico ed economico non genererebbero utili adeguati, soprattutto a causa dei prezzi troppo bassi della corrente e dei certificati di CO2. Per l'Ufficio federale dell'energia (UFE) è necessario correggere le distorsioni del mercato.

Il rendimento dei 25 progetti previsti nella Confederazione si situerebbe attorno al 3% all'anno, al di sotto del tasso del 4,63% atteso per gli investimenti.

Lo ha indicato oggi in una conferenza stampa a Berna lo stesso UFE, che si basa su uno studio. Quest'ultimo conferma le valutazioni che del mercato dell'elettricità danno gli operatori del settore.

Negli ultimi cinque anni, i prezzi della corrente sui mercati europei sono scesi da 70 a 40 euro per megawattora (MWh), e fino al 2019 non è prevista alcuna crescita. Il problema è in parte dovuto alle sovvenzioni accordate in certi Paesi, che influenzano il mercato. Ma vi è anche il costo troppo basso dei certificati di CO2 - ossia quanto le imprese devono pagare in contropartita delle emissioni che generano.

Per migliorare la posizione del settore idroelettrico di fronte alla concorrenza, l'UFE ritiene necessario correggere le distorsioni. E dato che nei Paesi limitrofi la situazione è comparabile a quella elvetica, la Confederazione auspica misure comuni a livello internazionale. L'UFE incoraggia pure aiuti agli investimenti.

Stando all'UFE, oltre la metà dell'elettricità prodotta in Svizzera proviene dai bacini idroelettrici: nel 2012 la quota era del 58,7%. Il settore idroelettrico è un elemento importante della strategia energetica 2050 della Confederazione per uscire dal nucleare.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS