Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Un giudice guatemalteco ha emesso un'ordinanza che obbliga il presidente Otto Pérez Medina a non lasciare il territorio del paese, poche ore dopo che il Parlamento gli ha tolto l'immunità, per permettere che sia processato per corruzione.

La responsabile della Procura Generale, Thelma Aldana, che aveva richiesto la misura cautelare, ha spiegato che esiste la possibilità che Pérez Molina possa fuggire all'estero per non affrontare le sue responsabilità penali, aggiungendo che è possibile che si chieda anche il suo arresto.

Perez Molina è accusato di essere a capo di una organizzazione illegale, nota come 'La Linea', che aveva messo in piedi una sorta di "dogana parallela" nei principali punti di accesso del paese, intascando milioni di dollari da parte di importatori che non volevano pagare tasse e dazi sulle loro merci.

L'ex vicepresidente, Roxana Baldetti - che ha rinunciato al suo incarico nel maggio scorso - è attualmente rinchiusa in un carcere militare, attendendo di essere processata per lo stesso caso.

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

SDA-ATS