Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

SAN GALLO - Diciannove minuti non sembrano poi molti, ma se si tratta di rimanere sott'acqua senza respirare non è impresa da poco. Ci è riuscito lo zurighese Peter Colat, realizzando ieri alla fiera di San Gallo la prestazione omologata nel Guiness dei primati. Lo indica il suo sito internet, www.freediving.ch.
Il 38enne è rimasto in apnea esattamente per diciannove minuti e venti secondi, superando di diciannove secondi il precedente record di "immersione statica con pregressa inalazione di ossigeno", detenuto dell'italiano Nicola Putignano.
La competizione si svolge respirando per dieci minuti ossigeno puro da una bombola prima di immergersi in acqua; poi si misura il tempo durante il quale le vie respiratorie rimangono sommerse.
Peter Colat aveva già battuto il record di immersione statica con inalazione di ossigeno nel 2008, trascorrendo sott'acqua sedici minuti e trentadue secondi. Egli detiene anche il primato svizzero di immersione in apnea senza pinne, con una profondità di 127 metri.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS