Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il governo indiano ha confermato oggi che uno dei terminal del Jawaharlal Nehru Port (Jnpt) è stato colpito dal nuovo attacco hacker planetario.

KEYSTONE/NICK SOLAND

(sda-ats)

Il governo indiano ha confermato oggi che uno dei terminal del Jawaharlal Nehru Port (Jnpt), il più grande in India per quanto riguarda il traffico di container, è stato colpito dal nuovo attacco hacker planetario. Lo riferisce l'agenzia di stampa Pti.

Al riguardo il ministero della Navigazione marittima ha precisato che ad essere attaccato è stato il terminale del conglomerato danese Maersk, che ieri sera era pressoché paralizzato e costretto a svolgere le operazioni più urgenti manualmente.

In un comunicato il gruppo ha reso noto che "possiamo confermare che ieri, 27 giugno, AP Moller-Maersk è stato colpito nell'ambito di un cyberattacco denominato Petya, danneggiando numerosi siti e unità selezionate di business, fra cui quella nel Jnpt" ad est di Mumbai, nello Stato indiano centrale di Maharashtra.

Frattanto, Bloomberg riferisce che ci sono segnali che il visus informatico sta iniziando a diffondersi anche in Cina, anche se, aggiunge, non sono stati segnalati attacchi su larga scala.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS