Navigation

Hacker cinesi attaccano il sito della Casa Bianca

Questo contenuto è stato pubblicato il 01 ottobre 2012 - 17:08
(Keystone-ATS)

Allarme hacker alla Casa Bianca. Alcuni pirati informatici cinesi avrebbero infatti attaccato domenica il sito degli uffici presidenziali, anche se non si sarebbero registrati danni. Lo stesso staff del presiente americano, Barack Obama, ha confermato il cyberattacco, pur minimizzando l'episodio.

In particolare l'attacco avrebbe sarebbe stato diretto contro il White House Military Office, ma un funzionario della Casa Bianca ha assicurato come non sono state violate informazioni coperte da segreto di Stato. "È stato un attacco isolato - è stato spiegato - e non c'è alcuna prova che siano stati rubati dati". Il metodo utilizzato dagli hacker è stato quello dello 'spear pishing', in base al quale si invia una e-mail in cui i pirati informatici utilizzano 'espressioni familiarì nella speranza che il destinatario apra i link o scarichi gli allegati indicati che contengono i virus informatici.

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?