Navigation

Hagibis: alluvioni fotografate da satellite Aqua della Nasa

Ecco l'immagine del tifone Hagibis KEYSTONE sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 16 ottobre 2019 - 18:01
(Keystone-ATS)

Il satellite Aqua della Nasa ha fotografato le alluvioni provocate in Giappone dal tifone Hagibis, che hanno colpito le regioni centro orientali dell'arcipelago nipponico nel corso del fine settimana, provocando quasi 70 morti e una ventina di dispersi.

Un bilancio, comunicano le autorità giapponesi, che potrebbe aggravarsi.

Le immagini sono state scattate con lo strumento Modis (Moderate Resolution Imaging Spectroradiometer), che ha una risoluzione spaziale compresa tra 250 metri e 1 chilometro. Con l'aiuto del satellite Aqua, lanciato nel 2002, le autorità stanno provando a quantificare le dimensioni delle alluvioni generate dal tifone, ancora incerte per l'elevato livello delle acque in alcune zone rurali. Per le autorità, sarebbero almeno 146 le frane e una cinquantina i fiumi che hanno rotto gli argini, a causa delle piogge torrenziali.

Nei giorni scorsi un altro satellite, la "sentinella" del Pianeta Sentinel-3, del programma europeo Copernicus, aveva immortalato l'occhio del tifone mentre era ancora in avvicinamento alle coste giapponesi dell'isola di Honshu. I satelliti mostrano, infine, che il tifone dopo il Giappone si è poi mosso in direzione dell'Alaska, perdendo la sua forza distruttiva.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.