Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

TOKYO - "Temo che i morti siano ben oltre la stima di 100.000 di cui ho sentito parlare: se l'epicentro del sisma è a Petion-Ville, popoloso centro a 7-10 chilometri da Port-au-Prince, il bilancio sarà ben più pesante".
Con un filo di voce, visibilmente commosso e incredulo per quanto accaduto, l'ambasciatore di Haiti a Tokyo, Jean-Claude Bordes, ha parlato di una nazione 'distrutta'': il sisma che ha colpito il Paese martedì ha avuto "lo stesso effetto di una bomba devastante, ha raso al suolo tutto".
Bordes, incontrando la stampa estera a Tokyo, ha ringraziato il governo nipponico per la disponibilità dimostrata, da subito, prima ancora che il capo di gabinetto, Hirofumi Hirano, annunciasse un primo e immediato pacchetto d'aiuti insieme a risorse per 5 milioni di dollari.
"Abbiamo bisogno di vaccini contro il tetano, contro le infezioni e le epidemie, così come di acqua potabile e di gente che scavi sotto le macerie per estrarre i feriti", ha aggiunto il diplomatico che ha riferito di non "aver avuto comunicazioni da parte del mio governo. Spero di avere contatti domani".
Haiti non ha un esercito, ma solo un servizio civile che opera per contrastare gli uragani che spesso si abbattono sui Caraibi.
Le poche notizie dirette, ha continuato, "le ho avute da alcuni amici. Ho provato tante volte a chiamare. Ho potuto raggiungere Haiti solo per telefono pochi minuti dopo il disastro: solo urla e lamenti, Non potevo parlare a lungo, ma poi le comunicazioni sono cadute definitivamente".
Haiti è un Paese "distrutto, non abbiamo più nulla. Il Palazzo nazionale è crollato, anche la cattedrale è crollata. E' la volontà di Dio e la dobbiamo accettare, ma non ho dubbi che tutto il mondo ci aiuterà: dagli Stati Uniti a Cuba e a tutti gli altri Paesi".

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS