Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Diverse decine di detenuti sono evasi da una prigione di massima sicurezza di Haiti, a una decina di chilometri di Port-au-Prince, a seguito di una rivolta scoppiata all'interno del penitenziario. Lo ha annunciato un portavoce della polizia haitiana.

Un parlamentare che si trovava sul posto ha precisato che si è trattato di un'evasione spettacolare e che i detenuti fuggiti sarebbero un centinaio.

"Ne abbiamo catturati 13 - ha detto il portavoce - e stiamo cercando gli altri, tra cui anche un influente uomo d'affari, Clifford Brandt, accusato di rapimento". Su di lui è stata posta anche una taglia di 40'000 dollari.

Nel penitenziario, prima dell'evasione, c'erano 897 persone. L'edificio è stato realizzato nel 2012 grazie ad un finanziamento di 5,7 milioni di dollari assicurato dal Canada.

Secondo il portavoce, "c'è stato un complotto realizzato all'interno della prigione, e non un attacco dall'esterno", contrariamente a quanto ritenuto in un primo momento.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS