Navigation

Haiti: mancano ancora all'appello 18 svizzeri

Questo contenuto è stato pubblicato il 18 gennaio 2010 - 19:26
(Keystone-ATS)

BERNA - Mancano ancora all'appello 18 cittadini svizzeri a sei giorni dal tremendo sisma che ha colpito Haiti: ne sono invece stati contattati 180. Due dei tre feriti hanno lasciato il paese, mentre continuano le operazioni di soccorso elvetiche.
Questa sera un aereo dovrebbe decollare con a bordo 35 tonnellate di aiuti supplementari, tra cui bidoni d'acqua, tende e medicamenti, ha dichiarato all'ATS Georg Farago, portavoce del Dipartimento federale degli affari esteri. Un primo carico di 30 tonnellate era giunto ad Haiti nel fine settimana.
Nei prossimi giorni gli specialisti elvetici in loco passeranno inoltre da 45 a 50. L'équipe medica insediata all'ospedale universitario di Port-au-Prince ha finora fatto sette operazioni, mentre gli esperti tecnici hanno ripristinato l'approvvigionamento idrico del nosocomio.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.