Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

GINEVRA - Più di tre giorni dopo il sisma di magnitudo 7 che ha distrutto Haiti, le operazioni dell'Onu restano concentrate sulla ricerca di sopravvissuti. Lo ha affermato oggi a Ginevra la portavoce dell'Ufficio di coordinamento per gli affari umanitari delle Nazioni Unite, Elisabeth Byrs.
"Il clima favorevole e le strutture degli edifici hanno aumentato le chances per i sopravvissuti", ha detto Elisabeth Byrs, "é per questo che le operazioni di ricerca restano la priorità. La fase di salvataggio durerà ancora".
Sono circa 27 le squadre sul posto impegnate nella ricerca di sopravvissuti, sono formate da 1.500 persone e 115 cani in tutto. Nella sola giornata di ieri hanno estratto 34 persone dalle macerie, portando a 58 il numero totale di persone tratte in salvo da queste stesse equipe, ha affermato ancora la portavoce, spiegando che le operazioni di ricerca hanno coperto "il 60% delle zone più colpite di Port-au-Prince".
Rimangono tuttavia i problemi che rallentano le operazioni, nella mancanza di mezzi, come le ambulanze, e i trasporti più in generale.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS