Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

GINEVRA - Le squadre di soccorso impegnate ad Haiti "si concentrano" sull'assistenza alle tre milioni di persone sfollate, dopo dieci giorni di ricerche intense per ritrovare superstiti sotto le macerie. Lo annuncia un portavoce Onu.
"Le squadre di ricerca leggere che non dispongono di attrezzature pesanti cominciano a partire e le squadre di soccorso con attrezzature adeguate estraggono corpi", ha spiegato a Ginevra la portavoce dell'Ufficio dell'Onu per gli affari umanitari (Ocha), Elysabeth Byrs, precisando che le squadre internazionali di ricerca ad Haiti concentrano sempre più le loro attività sugli aiuti ai terremotati, aiutano i lavoratori umanitari.
Le 43 squadre internazionali impegnate ad Haiti hanno estratto 121 persone vive dalle macerie nel corso delle operazioni di soccorso, secondo l'ultimo bilancio dell'Ocha.
Spetta al governo di Haiti dichiarare ufficialmente finita la fase di ricerca dei sopravvissuti dopo il sisma che ha devastato il Paese il 12 gennaio scorso.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS