ROMA - Ad alcune delle 36 squadre di soccorso internazionali ancora attive in Haiti è stato chiesto di continuare a dare il proprio contributo, se potranno, anche quando sarà esaurita la fase del salvataggio e del primo soccorso per dare il loro contributo all'intervento umanitario successivo. Lo ha reso noto un rapporto dell'Onu.
Secondo quanto precisato dal rapporto, sono state fino a 52 squadre internazionali hanno lavorato a Haiti, con 1.820 soccorritori e 175 cani specializzati, per estrarre dalle macerie di Haiti le oltre 121 persone finora salvate.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.