BERNA - Gli svizzeri si sono rivelati i più generosi nelle collette dopo il terremoto di Haiti: in media hanno donato 7,10 euro (10,30 franchi) a testa, superando olandesi (4,10 euro) e canadesi (3,30 euro).
In cifre assolute gli aiuti privati più consistenti provengono da Stati Uniti (653 milioni di euro), Germania (195) e Canada (110), mentre dalla Svizzera sono giunti 50 milioni di euro, ha comunicato oggi l'Ufficio centrale delle opere di beneficenza (ZEWO), che si rifà a dati pubblicati dall'International Committee on Fundraising Organizations (ICFO).
In Svizzera la colletta per Haiti è stata la più importante dopo quella avvenuta dopo lo tsunami in Asia del dicembre 2004: allora la donazione media era stata di 23 euro, record mondiale.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.