"Il partito conservatore non prenderà parte alla campagna referendaria" per la Brexit, sarà "neutrale", lasciando di fatto liberi i suoi sostenitori di schierarsi per il 'sì' o il 'no'. Lo ha detto il ministro degli Esteri britannico, Philip Hammond.

La decisione rivela le divisioni fra i Tory sul referendum, nonostante la posizione ufficiale del governo di David Cameron sia a favore della permanenza della Gran Bretagna in una Unione riformata.

Parole chiave

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.