Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

L'annullamento dell'amichevole Germania-Olanda "è stata una decisione inevitabile, anche se non facile". Lo ha detto il capo della polizia criminale federale (Bka), Holger Muench, in una conferenza stampa oggi a Mainz.

"Si trattava dell'avviso di un piano di attentato da prendere seriamente", ha aggiunto. La decisione è stata necessaria per garantire la sicurezza della popolazione, ha proseguito. Come altri funzionari, Muench non ha voluto rivelare alcun dettaglio.

"La Germania è un esplicito obiettivo del terrorismo internazionale", ha aggiunto, rivolgendosi ai giornalisti prima del congresso autunnale della polizia criminale federale. Preoccupano i 'foreign fighters' di ritorno: "Sappiamo che 750 persone sono partite dalla Germania in direzione Siria e Iraq", un quinto è composto da donne. "E un terzo di queste persone è rientrato in Germania", ha detto.

Altro problema per la sicurezza interna riguarda l'ambiente del populismo e dell'estremismo di destra che, anche in seguito all'emozione suscitata dagli attentati, rinfocola odio e risentimento verso i profughi, aizzando i cittadini: una situazione che le forze dell'ordine tedesche tengono particolarmente sotto controllo.

Al momento, ha concluso Muench, non ci sono particolari segnalazioni di pericolo sulle manifestazioni pubbliche delle prossime settimane, dalle partite della Bundesliga ai mercatini di Natale che fra due settimane apriranno in tutta la Germania: se la situazione cambierà, daremo le informazioni necessarie, ha concluso il capo della Bka.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS