Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

A un mese circa dal "no" popolare per un nuovo stadio di calcio finanziato dalla città di Zurigo sul sito dell'Hardturm, il Grasshoppers Club (GC) e l'FC Zurigo (FCZ) pensano già a un nuovo progetto privato. L'idea, elaborata assieme alla società immobiliare Halter SA, è stata presentata inaspettatamente oggi al Municipio. Lo indicano oggi le due squadre in una nota congiunta.

Il progetto prevede che la città metta a disposizione il terreno demaniale che dovrebbe ospitare il nuovo stadio dietro pagamento "di interessi simbolici". Colte di sorpresa, le autorità cittadine si sono limitate ad affermare che "la proposta è ora al vaglio".

La particolarità di questo progetto rispetto a quello respinto alle urne è la sua dicotomia. Sull'area dell'Hardturm dovrebbero sorgere abitazioni ed uffici che genereranno poi i fondi necessari alla costruzione dello stadio. Quest'ultimo dovrebbe tuttavia essere realizzato altrove, ad esempio su un terreno vicino alla pista di ghiaccio prevista a Zurigo-Altstetten oppure su un appezzamento nei pressi della stazione di Zurigo-Stettbach.

Quest'ultimo, pur essendo di proprietà della città di Zurigo, si trova già in territorio di Dübendorf, le cui autorità non sono finora state informate, ha indicato all'ats il segretario comunale David Ammann. Ora il progetto verrà esaminato anche dal municipio del comune limitrofo.

Stando alla nota, il committente della nuova costruzione dovrebbe essere la SA Neue Fussballstadion Zürich, ancora da fondare: azionisti sono i due club sportivi e la Halter SA. I costi per lo sviluppo del progetto sono valutati a 15 milioni di franchi.

Incentivo per la realizzazione di questo nuovo progetto è l'accordo stretto nel 2010 dalla città di Zurigo con il Credit Suisse (CS). Allora la città aveva infatti acquistato dalla banca, per 50 milioni di franchi, l'area per costruire lo stadio. Il contratto di cessione prevede tuttavia che la città di Zurigo sia obbligata a costruire sul terreno uno stadio sportivo: qualora la clausola non venisse rispettata la banca ha il diritto di ricomperare il lotto alle stesse condizioni.

Lo scorso 22 settembre gli zurighesi avevano respinto il nuovo stadio di calcio previsto sul sito del vecchio Hardturm e interamente finanziato dalla Città. Il progetto da 216 milioni di franchi era stato bocciato con il 50,8% di "no".

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS