Navigation

Harry e Meghan annunciano boicottaggio di tutti i tabloid Gb

Harry e Meghanboicottano i giornali scandalisti KEYSTONE/AP/Kirsty Wigglesworth sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 20 aprile 2020 - 13:22
(Keystone-ATS)

Scatta il boicottaggio di Harry e Meghan ai tabloid britannici, sensazionalisti quanto popolari nel Regno Unito, con l'annuncio d'ora in poi di una politica di "zero reazioni e zero rapporti" verso il Mail, il Sun, il Mirror e l'Express: accusati di spacciare "bugie".

La dichiarazione di guerra - senza precedenti in questa forma in casa Windsor - è contenuta in una lettera aperta rimbalzata dagli Usa, dove i duchi di Sussex si sono trasferiti a Los Angeles, città in cui lei è cresciuta e iniziò a suo tempo l'attività di attrice, dopo aver deciso di sganciarsi dai ruoli pubblici della Royal Family e dopo una prima tappa in Canada.

I Sussex, che sono già da mesi in causa con tutte le testate coinvolte, negano di voler "evitare la critica" e si dicono a disposizione di altri media. Mentre spiegano di aver deciso di rifiutare solo un certo giornalismo commerciale basato "sull'acchiappa clic, la distorsione" e l'intrusione nel privato che ha già "fatto completamente a pezzi la loro vita" per alimentare le tirature a colpi di "volgari pettegolezzi".

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.