Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

BERNA - Il gruppo Helsana rifiuta di piegarsi al divieto formulato dall'Ufficio federale della sanità pubblica (UFSP) di pubblicare i premi malattia provvisori per il 2011. L'assicuratore ritiene di non aver compiuto errori e di conseguenza di non dover ritirare da internet la pubblicazione del loro ammontare.
Rob Hartmans, portavoce di Helsana, ha confermato oggi all'ATS la posizione della compagnia, già rilevata dal "Blick" e dal "Tages Anzeiger". Secondo lui ci sarebbe stato un malinteso con l'UFSP a proposito della comunicazione dei premi provvisori a comparis.ch.
Stamane, i premi 2011 proposti da Helsana e dalle casse a lei affiliate, erano ancora visibili sul sito di confronto on line. Secondo l'UFSP, il divieto di pubblicare l'ammontare dei premi prima che vengano definitivamente approvati deve essere applicato anche a siti di questo tipo.
La misura deve permettere di evitare che gli assicurati cambino cassa in base a premi che si riveleranno sbagliati. D'altra parte dovrebbe porre sullo stesso piano tutti gli assicuratori, ha spiegato Thierry Vauthey, sostituto capo della Divisione vigilanza delle assicurazioni in seno all'UFSP. Infrangendo il divieto, finora rispettato da tutti gli assicuratori, Helsana rischia una multa di 5000 franchi, conclude Vauthey.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS