Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Le acquisizioni hanno penalizzato l'assicuratore sangallese Helvetia che ha terminato il 2015 con un utile netto in flessione del 21% su un anno a 309,5 milioni di franchi (393 milioni nel 2014). Il volume d'affari è aumentato dell'11% a 8,2 miliardi.

Il risultato operativo dopo le imposte, che non contabilizza gli effetti eccezionali legati all'acquisizione nel 2014 di Nationale Suisse e Bâloise Austria, è cresciuto del 4% a 439 milioni di franchi, indica in un comunicato odierno il gruppo.

Il ramo Non-Vita, realizzato attraverso le acquisizioni, è il principale fattore di crescita. Lo scorso anno esso ha registrato un utile di 331,8 milioni di franchi, in progressione del 21,8%. La combined ratio netta (rapporto sinistri/costi) è migliorata passando al 92,1%, contro il 93,5%. Il risultato operativo dell'assicurazione Vita è cresciuto del 16,1% a 175,7 milioni.

Il Consiglio d'amministrazione propone un dividendo di 19 franchi per azione, contro i 18 franchi dell'anno precedente.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS