Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Teheran condanna la decisione dell'Unione europea di includere Hezbollah nella lista delle organizzazioni terroristiche, affermando che in questo modo la Ue ha voluto andare incontro agli "interessi sionisti".

L'Iran "condanna fermamente la decisione (della UE) e la considera parte di interessi illegittimi del regime sionista", ha detto, riferendosi a Israele, un nemico giurato della Repubblica islamica, il capo della diplomazia iraniana, Ali Akbar Salehi, citato dai media. "A causa della mancanza di un adeguato giudizio sulla crisi nella regione, l'Unione europea ha preso una decisione sbagliata contro il popolo libanese e Hezbollah, che ha difeso il paese contro l'aggressione sionista", ha continuato il ministro.

L'opposizione siriana ha invece accolto con favore la decisione dell'UE. Hezbollah, è un potente partito armato che in Iran, combatte i ribelli al fianco del regime di Bashar al-Assad. "La Coalizione (l'opposizione), ritiene che tale iniziativa è un passo nella giusta direzione, e mette in evidenza la necessità per l'UE di adottare misure per fermare l'intervento della milizia di partito in Siria", è spiegato in una nota.

L'opposizione ha chiesto, inoltre, di "assicurare alla giustizia i responsabili degli Hezbollah per i crimini terroristici commessi in territorio siriano".

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS