Navigation

Hildebrand: Adolf Ogi non risparmia critiche a UDC

Questo contenuto è stato pubblicato il 16 gennaio 2012 - 11:27
(Keystone-ATS)

L'ex consigliere federale UDC Adolf Ogi non risparmia critiche al suo partito per il ruolo svolto nel caso Hildebrand. "Non ho l'impressione che l'opinione pubblica riguardo a questa vicenda sia favorevole all'UDC", afferma l'ex ministro in un'intervista al settimanale "Migros Magazin".

Ogi dubita del fatto che la popolazione consideri come un successo le dimissioni del presidente della Banca nazionale svizzera, Philipp Hildebrand. Il popolo, spiega, vuole delle soluzioni. Se esigiamo dagli altri un comportamento irreprensibile, precisa Ogi, allora anche noi non dobbiamo commettere errori. "Ora la gente chiede chiarezza su chi abbia svolto quale ruolo nella vicenda".

Secondo l'ex consigliere federale, "all'interno dell'UDC molti vogliono che il partito abbandoni lo stile aggressivo e saccente". A Blocher, Ogi afferma di aver raccomandato di ritirarsi lentamente e in modo ordinato, per non distruggere la sua grande opera politica realizzata nel corso di una vita.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?