La nuova entità nata dalla fusione fra Holcim e Lafarge "non è escluso" che procederà a una soppressione di impieghi, ma la Svizzera sarà "molto poco toccata".

Lo ha affermato il presidente del consiglio di amministrazione di Holcim, Wolfgang Reitzle, parlando con i giornalisti a margine all'assemblea straordinaria degli azionisti tenutasi oggi a Zurigo.

Reitzle ha aggiunto di sperare di poter migliorare la performance del gruppo LafargeHolcim in un periodo di tre anni e ha promesso il massimo sostegno al futuro presidente della direzione Eric Olsen.

Parole chiave

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.