Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il gigante sangallese del cemento Holcim e la messicana Cemex hanno finalizzato una serie di transazioni in Europa, modificate lo scorso autunno alla luce del progetto di fusione fra la stessa Holcim e la francese Lafarge. Le operazioni hanno un valore totale di 45 milioni di euro (54,1 milioni di franchi).

Il gruppo sangallese si attende un risultato EBITDA di almeno 10 milioni di euro all'anno, si legge in un comunicato odierno. La modifica delle transazioni, divulgate la prima volta nell'estate del 2013, era stata annunciata alla fine dello scorso ottobre.

La Holcim riprenderà le attività di Cemex nell'ovest della Germania e nei Paesi Bassi. La multinazionale messicana controlla ormai le filiali dell'azienda svizzera nella Repubblica Ceca, precisa la nota.

È stato inoltre confermato l'abbandono dell'idea di una società comune in Spagna: Cemex manterrà i siti di Gabor e Yeles - con un capacità di 1,75 milioni di tonnellate - mentre Holcim continuerà a gestire le restanti attività iberiche per un totale di 2,2 milioni di tonnellate.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.








Teaser Longform The citizens' meeting

Non mancate il nostro approfondimento sulla democrazia diretta svizzera

1968 in Svizzera

SDA-ATS