Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

TEGUCIGALPA - Due giornalisti honduregni sono stati assassinati da un commando di killer che ha crivellato la loro auto a colpi di mitra, mentre percorrevano una strada nel dipartimento di Olancho, nei pressi di una fattoria di proprietà del presidente honduregno, Porfirio Lobo, nell'est dell'Honduras.
Lo hanno reso noto fonti della polizia locale. Con la loro uccisione, salgono a cinque i giornalisti assassinati dall'inizio di marzo in varie parti dell'Honduras.
Il presidente dell'Associazione della stampa honduregna, Carlos Ortiz, ha rivolto "un energico appello" a Lobo e al ministro della Sicurezza, Oscar Alvarez, "a porre fine a questi attacchi, per i quali finora non si è fatto nulla".
La violenza in Honduras è sempre più incontrollabile e, secondo organismi che si occupano della salvaguardia dei diritti umani, è aumentata a partire dal golpe del 28 giugno scorso.
Secondo l'Istituto Pace e Sicurezza, nel corso del 2008 vi sono stati 4.473 omicidi, mentre l'anno scorso si è arrivati a 5.265, oltre 14 al giorno, di cui almeno il 50% di essi sono rimasti impuniti.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS