Tutte le notizie in breve

Un gruppo di soccorritori al National Stadium di Tegucigalpa

KEYSTONE/EPA EFE/GUSTAVO AMADOR

(sda-ats)

E' di almeno 4 morti e 25 feriti il bilancio della ressa di migliaia di tifosi che hanno tentato di entrare allo stadio per assistere ad una gara di calcio in Honduras.

La polizia ha utilizzato gas lacrimogeni per disperdere la folla, che però è andata in panico generando una spaventosa ressa. Secondo un portavoce dell'ospedale, le vittime sarebbero morte per soffocamento e per le ferite riportate dopo essere state calpestate. Una donna incinta ha perso il suo bambino a causa delle ferite.

L'episodio è avvenuto all'ingresso 11 del National Stadium di Tegucigalpa, capitale dell'Honduras, quando i tifosi hanno tentato di entrare nell'impianto da 30mila posti spingendosi l'un l'altro per assistere alla gara tra il Motagua e l'Honduras Progreso, match che - stando ad un comunicato della polizia - era già esaurito.

I circa 600 agenti impiegati hanno utilizzato idranti e gas lacrimogeni per allontanare i tifosi. La gara si è comunque giocata e si è conclusa con la vittoria del Motagua per 3-0. Al termine del match, il presidente Eduarlo Atala ha però twittato: "Non c'è niente da festeggiare dopo quello che è accaduto fuori dallo stadio".

SDA-ATS

 Tutte le notizie in breve