Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

È stato arrestato oggi, dopo disordini scoppiati quando decine di ragazzi hanno tentato di sfondare le porte della sede del governo, il leader del movimento degli studenti di Hong Kong che da una settimana non frequentano le lezioni per protestare contro la decisione della Cina di porre rigide limitazioni al voto che si terrà nel 2017.

Secondo quanto riferito al China Morning Post dalla presidente dell'Unione degli studenti dell'Università di Hong Kong, Yvonne Leung Lai-Know, il giovane di 17 anni, Joshua Wong, è stato portato via in manette insieme ad altri quattro manifestanti e accusato di assalto alla polizia.

Più di 5.000 studenti universitari e liceali da cinque giorni portavano avanti la loro protesta, definita illegale da Pechino, fuori dalle sedi governative di Hong Kong a Tamar Park. Stasera almeno un centinaio di giovani ha invaso Civic Square, area vietata da mesi. I poliziotti sono intervenuti con gas irritanti per disperdere la manifestazione e hanno effettuato gli arresti.

Le prime proteste sono cominciate alcune settimane fa quando la Cina ha fatto sapere che il prossimo capo del governo locale potrà essere eletto a suffragio universale dal 2017 ma che i candidati saranno solo due o tre al massimo, selezionati da una commissione cinese.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS