Navigation

Hong Kong: accordo per 100 studenti nel Politecnico

Gli studenti asserragliati nel Politecnico lasciano la struttura KEYSTONE/AP/NG HAN GUAN sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 19 novembre 2019 - 07:10
(Keystone-ATS)

La governatrice di Hong Kong Carrie Lam ha raggiunto un accordo con il nuovo capo della polizia per tentare di risolvere "l'incidente" al Politecnico in modo pacifico, aggiungendo che l'amministrazione è impegnata a trattare i feriti e i minorenni in modo umanitario.

All'interno del campus sono ancora asserragliati oltre 100 studenti, ha detto Lam nella tradizionale conferenza stampa che precede la riunione del suo gabinetto, aggiungendo che circa 600 manifestanti hanno lasciato il complesso.

La resa senza condizioni annunciata dalla polizia include l'immediato arresto delle persone uscite dalla struttura, ma la governatrice ha detto che i circa 200 manifestanti con meno di 18 anni sarebbero stati solo identificati, senza escludere possibili indagini future. Per i 400 residui, invece, sono scattate subito le manette.

Sotto la sua protezione del professore di Diritto, Eric Cheung, hanno fornito le generalità agli agenti e si sono sottoposti alle perquisizioni del caso in modo ordinato.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.