Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il capo del governo di Hong Kong Chun-ying Leung ha chiesto oggi la "fine immediata" delle manifestazioni in corso. Pechino ha annunciato che fornirà al governo di Hong Kong sostegno contro le manifestazioni "illegali" nell'ex protettorato britannico.

In una dichiarazione alla stampa, Chun-ying Leung ha sostenuto che "alcuni servizi essenziali" hanno avuto difficoltà a causa del blocco di alcune delle principali arterie messo in atto dai manifestanti. "I leader della protesta avevano promesso che avrebbero messo fine al movimento se fosse diventato violento", ha sottolineato.

Leung ha inoltre respinto l'invito a dimettersi che gli è stato rivolto dai gruppi democratici del territorio. Le dimissioni di Leung sono diventate la richiesta principale delle decine di migliaia di giovani che stanno protestando nelle strade dopo il brutale intervento della polizia di domenica notte, che ha provocato il ferimento di decine di persone.

La portavoce della diplomazia cinese, Hua Chunying, ha detto che la Cina sosterrà "totalmente il governo della regione autonoma speciale di Hong Kong per affrontare il problema" delle "attività illegali" dei manifestanti, ha detto. "Alcuni paesi si sono pronunciati in merito alla vicenda, ma gli affari di Hong Kong sono affari interni cinesi, quindi invitiamo i soggetti esterni a non interferire in alcun modo", ha proseguito la portavoce del governo di Pechino, riferendosi alle prese di posizione di Londra e Washington, che avevano fatto un appello al dialogo tra le parti e alla "moderazione" delle autorità contro i manifestanti.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS